2011 Cosa resterà di me

Max Fuschetto partecipa col brano Berceuse a “Cosa resterà di me“, un lavoro curato da Athos Enrile con la partecipazione di Luca Olivieri, Marcello Capra e altri che vede insieme musica, fotografia e scrittura. Il brano accoglie il tema della ninna nanna, un gesto sonoro antico, ancestrale per poi trasformarsi attraverso un graduale inserimento di elementi provenienti dal blues in una danza accompagnata dagli strumenti semplici del battito delle mani, di un tamburo basso e di un tamburello che spingono le svolazzanti volute improvvisative del clarinetto di Ernesto Gargiulo.